Ciclopista sull’Arno, la Regione Toscana alla firma

a cura della redazione di OrientePress – Una firma che vale 4,2 milioni e che consente l’avvio di 16 interventi,...

a cura della redazione di OrientePress – Una firma che vale 4,2 milioni e che consente l’avvio di 16 interventi, 16 passi avanti verso il completamento del sistema Ciclopista dell’Arno e Sentiero della Bonifica, l’itinerario ciclabile che segue il fiume Arno dal Falterona alla foce.

Anche il Sindaco di Pontassieve Monica Marini – insieme ad altri 57 comuni toscani, oltre alla Regione, la città metropolitana di Firenze, le Province di Arezzo, Pisa e Siena, l’Unione dei Comuni montani del Casentino – ha firmato questo importante atto per la realizzazione di 432 km di percorso che rappresenteranno un’attrazione turistica importante per tutta la Regione.

Un progetto complessivo che si sviluppa in più lotti; due di questi attraverseranno anche il territorio di Pontassieve. La progettazione esecutiva del tratto dal centro di Incisa a Le Sieci infatti, è stata affidata al Comune di Pontassieve che è capofila per la zona. L’opera interessa i territori dei Comuni di Figline e Incisa, Rignano sull’Arno, Reggello e Pontassieve, per un valore complessivo indicativo di 1.028.000 euro.

Anche il tratto successivo tocca il Comune di Pontassieve: da Sieci al Girone – con passerella sull’Arno fra Compiobbi e Vallina – per proseguire da Vallina all’Albereta (confine del Comune di Firenze) e la sua progettazione è affidata alla Città metropolitana di Firenze. Questo lotto dell’opera ha un valore complessivo indicativo di 1.850.000 euro

 

C’è anche la firma del Comune di Figline e Incisa Valdarno, nel cui territorio l’itinerario progettato è di 17,6 km e si sviluppa dal confine con San Giovanni fino alla zona della Fiera di Incisa sfruttando in larga parte gli argini del fiume Arno, con il duplice obiettivo di potenziare la mobilità di questo territorio e di valorizzare gli itinerari ciclabili esistenti (anche utilizzando infrastrutture come la passerella sull’Arno) e svilupparne nuovi. Al momento la Regione ha finanziato una prima parte del progetto Figline/Incisa, cioé 467mila euro che prevedono anche alcune opere di miglioramento lungo la pista ciclabile di via Brodolini e la progettazione della passerella sul torrente Cesto. In quest’ultimo caso, proprio per venire incontro alle tante richieste dei cittadini, il Comune interviene per il ripristino del guado con un investimento da 12.500 euro, che potranno subito essere spesi non appena saranno terminati alcuni lavori sulla foce del torrente.

 

La Regione Toscana ha previsto nei suoi strumenti di programmazione la realizzazione di ben 6 ciclovie di livello regionale, delle quali la ciclabile dell’Arno, abbinata al sentiero della Bonifica, è senza dubbio di grande rilievo. E’ in fase avanzata di realizzazione, con il 30% del percorso già realizzato e progettazione avviata o programmata per il restante 70%. Le risorse destinate con l’accordo firmato in questi giorni saranno totalmente finanziate dalla Regione Toscana, in parte dal bilancio dell’annualità 2014 (3 milioni) e in parte prenotate su quello del 2015 (1,2 milioni).