Perchè tutti abbiamo diritto di giocare!

di Claudio Molinelli -  La  necessità di dotare le nostre città di parchi giochi adatti anche a bambini disabili, o...

di Claudio Molinelli -  La  necessità di dotare le nostre città di parchi giochi adatti anche a bambini disabili, o aree dedicate all’interno di parchi giochi, i cosiddetti “parchi giochi inclusivi”, è sempre più sentita.  Negli ultimi tempi assistiamo ad una progressiva proliferazione di questi impianti frutto di una politica di sensibilizzazione adottata da realtà pubbliche e private.

Esiste in rete un blog molto aggiornato sul tema, guidato da due giovani donne romagnole, Claudia Protti e Raffaella Bedetti, Parchipertutti.blogspot.it, da cui traiamo questi spunti di riflessione:

 

“Questo blog nasce per sensibilizzare tutti sul diritto al gioco dei bambini con disabilità e per far conoscere i “parchi giochi inclusivi”. Di cosa si tratta? Di parchi dove tutti i bambini possono giocare insieme. Parchi privi di barriere architettoniche, parchi dove sono installati giochi il più possibile accessibili e fruibili da parte di tutti i bambini. Bambini che possono correre, bambini che usano la carrozzina, bambini ipovedenti, bambini con disabilità motoria lieve e bambini che amano saltare come grilli. In questi parchi ci sono strutture gioco, (castelli, navi, torri…), con rampe al posto delle scale, i pannelli sensoriali sono posizionati ad altezza tale che possano essere utilizzati anche da chi sta seduto così come le sabbiere o le piste per biglie e/o automobiline. Parchi con tunnel giganti il cui accesso è possibile anche alle carrozzine, giostrine girevoli che possono essere utilizzate da tutti. Questi sono i giochi che piacciono a noi.”

 

Anche Pontassieve è adesso impegnata su questo fronte: Domenica 17 maggio presso il locale Otel in via Generale Dalla Chiesa (Firenze) alle ore 20,30 possiamo assistere allo  spettacolo VariEtà. Una serata organizzata dal Lions Club Valle del Sieve e dal Leo Club Firenze Sud Valle del Sieve per la raccolta di fondi da destinare alla realizzazione di un parco giochi per ragazzi disabili e per l’installazione di un defibrillatore al parco Curiel a Pontassieve.

La serata è animata tra gli altri dalla esibizione del gruppo di ballo 51% Danza di Pontassieve, della Filarmonica Verdi di Reggello, insieme a loro anche cantanti, illusionisti e cabarettisti.

Il biglietto d’ingresso è di 18 euro intero; 12 ridotto.

 

Maurizio Mannelli, presidente del Lions Valdisieve illustra così l’iniziativa: “Realizzeremo un parco giochi  in cui tutti i bambini avranno la possibilità di giocare e di giocare insieme:  un’area in Pontassieve chiamata “i campinini” che già è riservata a giochi per l’infanzia e ad attività sportive.

Per finanziare l’idea ho cercato alcuni sponsors, seppur in un momento di difficile raccolta finanziaria, inoltre ho organizzato uno spettacolo intitolandolo “VariEtà” in quanto vi partecipano artisti di tutte le età.

Ho scelto musicisti, cantanti, ballerini, cabarettisti, prestigiatori tutti di ottima qualità professionale che si sono offerti di partecipare gratuitamente.

Oggi a pochi giorni dall’evento, posso dire che sarà uno spettacolo intenso, divertente e brillante, tale da sorprendere il più esigente spettatore. Contiamo sulla possibilità di fare il tutto esaurito nella capienza di circa 600 posti a sedere. Per l’iniziativa abbiamo avuto il patrocinio di tre comuni (Firenze, Reggello e Pontassieve) i cui Sindaci dovrebbero essere presenti alla serata”.

Per info e prenotazioni: 333/2552747