Levante Fiorentino… non solo Terre

di Claudio Molinelli –  Il palazzo comunale di Pontassieve conferma la sua vocazione espositiva ospitando fino al 4 giugno la...

di Claudio Molinelli –  Il palazzo comunale di Pontassieve conferma la sua vocazione espositiva ospitando fino al 4 giugno la mostra fotografica “Scatti di Accademia”, opera del gruppo Fotografi del Levante Fiorentino.

Si tratta di trentaquattro fotografie realizzate all’interno del museo fiorentino della Galleria dell’Accademia da undici componenti del gruppo: Daniela Azzerboni, Sabrina Ballini, Paolo Belardinelli, Damiano Bonfitto, Massimo Giannelli, Patrizia Masi, Lorenzo Mugnai, Simone Paolini, Giovanni Passaniti, Mariano Pinzauti, Patrizia Vigiani.

Paolo Belardinelli, presidente del sodalizio, durante l’inaugurazione, ha rimarcato il ruolo fondamentale avuto da Franca Falletti, già direttrice della Galleria dell’Accademia che ha consentito l’accesso ai fotografi in un giorno di chiusura al pubblico del museo, consentendo agli artisti la più totale libertà d’azione.

L’Associazione Fotografi del Levante Fiorentino è nata nel 2011 come aggregazione dei “Colori del Levante Fiorentino”, il gruppo di artisti con cui condivide la sede di Via Lisbona, per poi diventare associazione autonoma. Tutto è nato dai corsi di fotografia organizzati dal Comune di Pontassieve tenuti dal fotoreporter Marco Quinti, autore di numerosi reportage  di carattere sociale, e dalla volontà dei partecipanti di proseguire nell’attività costituendosi in associazione. Quinti si è detto orgoglioso di aver dato vita ai corsi e aver trasmesso la passione per la fotografia a un gruppo di persone che sotto lo stimolo della condivisione ha deciso di praticare la forma associativa.

Il presidente Paolo Belardinelli rivendica un forte radicamento  dell’associazione nel territorio, composta da una quarantina di soci provenienti da tutti i comuni delle Terre del Levante Fiorentino, da Bagno a Ripoli a Pelago a Rufina, sottolineando l’obiettivo di documentare le attività tradizionali delle “Terre”, la vendemmia, il lavoro nelle vigne, la raccolta delle olive come rappresentato proprio in questi giorni dalla mostra al Circolo Arci di Montebonello.

 Scatti di Accademia nasce dal confronto con i capolavori della Galleria dell’Accademia, il David, la Pietà da Palestrina di Michelangelo, il Ratto delle Sabine di Giambologna: un tentativo di provare a vedere con occhi diversi ciò che si è sempre visto e dato per scontato. Pierfranceco Listri , critico d’arte, approfondisce l’essenza di questa esposizione: “Solitamente il fotografo riprende cose inedite; qui invece ci si confronta con un soggetto famosissimo, un autentico feticcio dell’arte di tutti i tempi come il David di Michelangelo. Oltre tutto l’autore creò il David in modo che fosse ben visibile da lontano piuttosto che da vicino. Molti infatti hanno rimarcato alcuni difetti della statua: le gambe esili, la mano destra troppo grande con le vene assai marcate. I nostri fotografi affrontano perciò una doppia sfida, riprendendo la statua da vicino. La lezione, come è peculiare della fotografia, è il fatto che la realtà va osservata e capita con molta attenzione”.

“Scatti d’Accademia” -  25 maggio – 4 giugno 2013. Sala delle Eroine, Palazzo comunale di Pontassieve, Via Tanzini 30.

Orario: lunedì, mercoledì, venerdì 8,00-13,30; martedì, giovedì 8,30-13,30 /15,15-17,45; sabato 8,30-12,30. Apertura serale in occasione del “Toscanello d’Oro”.

Info: Dipartimento cultura Comune di Pontassieve, tel: 0558360343/44 cultura@comune.pontassieve.fi.itwww.comune.pontassieve.fi.it