Progetto Help: da oggi al lavoro 6 nuovi volontari

A cura della redazione di OrientePress – Hanno preso servizio le volontarie e i volontari del progetto HELP del SAAS...

A cura della redazione di OrientePress – Hanno preso servizio le volontarie e i volontari del progetto HELP del SAAS (servizi associato assistenza sociale dei Comuni di Pelago, Pontassieve, Rufina, Londa e San Godenzo): sei giovani che sono impiegati nel servizio civile regionale con mansioni di tutoraggio nei confronti di minori con difficoltà socio-educative. Il progetto Help, coordinato dal CRED del Comune di Pontassieve, aiuta i bambini e i ragazzi ad inserirsi pienamente nella comunità con un supporto in orario extra-scolastico per i compiti, per le relazioni sociali, le difficoltà linguistiche per i ragazzi stranieri. Le volontarie e i volontari sono stati selezionati tra tutti quelli che hanno risposto al bando dell’aprile scorso. Il progetto permette di proseguire così il lavoro dell’Amministrazione locale a favore della scuola e delle famiglie. Si tratta quindi di giovani che aiutano altri giovani, mettendo a disposizione la loro voglia di crescere e di costruire il proprio futuro partendo dall’aiuto verso l’altro.

Il Progetto HELP consegue un doppio obiettivo, di prevenzione e riduzione del disagio, nonché di promozione del protagonismo sociale per una attiva politica di solidarietà. Per i volontari è previsto un corso di formazione iniziale che permetta loro di diventare operativi con l’inizio del nuovo anno scolastico e che prosegue durante tutto il periodo di servizio.

“Per i giovani che parteciperanno l’esperienza sarà anche l’occasione – spiega l’Assessore alle politiche sociali del Comune di Pontassieve Monica Marini – per accrescere il senso di solidarietà a favore di altri giovani che necessitano di un aiuto per superare le proprie difficoltà”

Il servizio ha la durata di un anno e ai volontari spetta un trattamento economico pari a € 433.80 netti al mese; il periodo di servizio civile è riconosciuto utile ai fini della copertura previdenziale figurativa ed è prevista la possibilità del riconoscimento dei crediti formativi in campo universitario.