Anno nuovo, scuola nuova

a cura della redazione di OrientePress – L’estate 2014, appena conclusa, è stata ricca di interventi a favore dell’edilizia scolastica...

a cura della redazione di OrientePress – L’estate 2014, appena conclusa, è stata ricca di interventi a favore dell’edilizia scolastica in tutto il nostro territorio.

Un esempio significativo quello di Bagno a Ripoli, dove l’investimento annuale per la scuola è di 2.475.000 euro, con un incremento di 125.000 euro rispetto al 2013/2014: è stato inaugurato l’intervento di riqualificazione e restyling della Scuola Media Redi  a Ponte a Niccheri che ha visto un completo rifacimento del tetto e della facciata e adeguamento del sistema di connessione internet e Wi-Fi dell’edificio scolastico.

Una scuola completamente rinnovata e costata all’amministrazione comunale 929.000 euro ha aperto le porte a Rufina: è la scuola dell’infanzia L. Carrol e l’asilo nido L’Aquilone.
All’interno della scuola sono stati fatti importanti interventi di adeguamento sismico ed antincendio, i lavori sono stati realizzati a tempo di record : sono infatti partiti nel mese di novembre del 2013 e terminati, per quanto riguarda l’asilo nido (che ospita 38 bimbi), già nel mese di aprile 2014, mentre i 138 bambini della scuola materna sono rientrati nella loro sede naturale già da lunedì 15 settembre. La ristrutturazione dell’edificio ha sfruttato 3 linee di finanziamento: 150.000 euro sono arrivati dallo Stato (lg 209/2002), 425.376 euro da fondi Por di Regione-Unione Europea, mentre 353.624 euro provengono da risorse del comune di Rufina.
L’edificio in totale ha una superficie di circa 2500 metri quadri ed è suddiviso tra scuola dell’infanzia, nido e palestra scolastica, quest’ultima utilizzata anche fuori orario di lezione dalla Società Sportiva Pallavolo Remo Masi che conta ben 200 iscritti.

Anche a Pelago sono stati realizzati e completati dall’amministrazione comunale i lavori di manutenzione straordinaria, risistemazione funzionale ed igienico- sanitaria negli edifici scolastici, con un investimento superiore a 100.000 euro. Gli interventi hanno interessato la scuola primaria di Pelago che ospita 148 bambini, dove sono stati realizzati lavori di risistemazione igienico sanitaria del locale refettorio scolastico, realizzata una nuova aula scolastica  e ritinteggiati i locali interni. Nella scuola primaria di San Francesco, che accoglie 208 bambini, è stato realizzato lo smontaggio e rifacimento di manto del tetto esistente in tegole marsigliesi e della doccia al fine di eliminare le infiltrazioni di acque meteoriche nella sottostante aula computer della scuola. Nella scuola dell’infanzia Collodi sempre a  San Francesco che ospita 105 bambini, è stato eseguito il lavoro di bonifica, smaltimento e rifacimento del pavimento dell’edificio scolastico e la completa manutenzione dell’edificio. Inoltre è stata realizzata la potatura dei lecci nel giardino della scuola dell’infanzia di Diacceto ed il consolidamento delle gronde.