Un museo nel centro di Pontassieve

A cura della redazione di OrientePress – E’ stato inaugurato il 18 maggio il Centro Studi “Museo Geo Bruschi”, il...

A cura della redazione di OrientePress – E’ stato inaugurato il 18 maggio il Centro Studi “Museo Geo Bruschi”, il primo museo permanente di Pontassieve che contiene oggetti archeologici, fotografie di reportage e maschere provenienti da tutto il mondo.

 

Artefice della donazione che costituisce il patrimonio della collezione è il fotoreporter Eugenio “Geo” Bruschi: si tratta di oggetti e opere di valore culturale e storico che ora sono patrimonio del territorio raccolti in un’esposizione nei locali di piazza Vittorio Emanuele II, nel cuore di Pontassieve. La collezione donata da “Geo”, comprende più di 200 reperti - vasi e altri oggetti - appartenenti a civiltà villanoviana, greco-italiche ed etrusca, oltre a armi bianche o da sparo risalenti a epoche diverse, un’importante selezione di scatti fotografici dei luoghi più remoti della Terra, maschere di varia origine e nazione e altri oggetti d’arte raccolti durante i suoi viaggi.

 

Una collezione che ha una stima vicina al milione di euro che potrà essere visitata gratuitamente – per adesso – in questi orari: mercoledì dalle 9.30 – 12.30 e sabato e domenica dalle 16 alle 19.

 

Il fotografo “Geo” Bruschi, è un grandissimo appassionato delle arti e dei viaggi. Nella sua vita ha visitato più di 130 paesi del mondo, di cui ha reso documentazione con scatti che fissano lo splendore di paesaggi, animali, colori, costumi e volti. Aveva già allestito una mostra a Pontassieve nel 2012, “Emozioni di Viaggio”, dove aveva mostrato attraverso le foto le suggestioni delle sue esperienze avventurose fatte di vite e luoghi lontani. Ha deciso di donare la sua preziosa collezione al Comune di Pontassieve perché vuole che il suo lavoro appassionato e la sua dedizione siano conservati, salvaguardati e messi a disposizione degli altri creando un’opportunità, per gli studenti e non solo, di conoscenza e di promozione della cultura e dell’arte e perché ogni visitatore possa assaporare la sensazione di sentirsi davvero cittadino del Mondo. E’ l’occasione per Pontassieve di avere nel suo centro storico un vero museo, una collezione straordinaria che diventa proprietà del Comune e punto di riferimento per la cultura locale. Al suo interno nascerà infatti anche la sede dell’Associazione “i grandi viaggiatori” e sarà attivata la collaborazione con la Facoltà di Antropologia dell’Università di Firenze, per poter realizzare approfondimenti guidati rivolti, in particolare, alle scuole del territorio.

 

I lavori di ristrutturazione dei locali nel centro di Pontassieve sono stati sostenuti dallo stesso donatore, un ulteriore regalo fatto da Eugenio Bruschi per un’operazione meritoria che quindi non ha costi di realizzazione per l’Amministrazione.

 

Info: Dipartimento Cultura Comune di Pontassieve – 055/8360346- 344 – cultura@comune.pontassieve.fi.it