Chi ben comincia… Centro sportivo “Stefano Borgonovo” la prima iniziativa del Comune Unico Incisa-Figline

di Jacopo Zucchini - La prima opera pubblica del Comune Unico di Figline e Incisa e la prima che porti all’ingresso la targa con il simbolo dell’unione delle due amministrazioni:  è il Centro sportivo “Stefano Borgonovo”, la nuova struttura in  località Mezzule inaugurata recentemente dopo una ristrutturazione eseguita nel corso dei mesi estivi.
In particolare, l’intervento ha riguardato l’abbattimento di barriere architettoniche e la realizzazione di una rampa di raccordo tra i terreni di gioco, ovvero il campo in erba sintetica destinato alle attività di calcetto e tennis e un altro in cemento dedicato anche alla pallavolo e al basket. L’intervento sulla struttura  ha previsto inoltre la posa di una piattaforma per un chiosco e le tribune: l’importo dei lavori della prima tranche si è aggirato sui 55mila euro, prezioso il finanziamento della Regione Toscana per circa 31mila euro nell’ambito di importanti risorse specificamente destinate all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Già da qualche mese il Comune di Incisa aveva individuato attraverso un bando pubblico il gestore del Centro sportivo, la Asd Fun Tennis, che da poche settimane ha iniziato la propria attività.
Si tratta di un’associazione nata nel 2009 con l’obiettivo di promuovere il coinvolgimento delle persone disabili nello sport, attraverso una serie di iniziative che si muovono su due direttrici principali: la pratica sportiva, con tutti gli ausili messi a disposizione e la sensibilizzazione nei confronti delle famiglie e degli studenti.
Le attività praticate al centro “Borgonovo” riguardano anche il gioco del tennis su sedie a rotelle in modo totalmente gratuito con la possibilità di usufruire delle apposite attrezzature.
Come in tutti i centri sportivi naturalmente ci sono anche i corsi per tutti i bambini e le bambine normodotate dai 3 anni in su.

“Siamo davvero felici di aver iniziato la stagione in questa bellissima struttura – hanno spiegato il presidente del Fun Tennis, Marco Sottani, e il suo vice Mauro Gioli – dopo la sistemazione del campo dedicato al tennis in carrozzina abbiamo aperto le attività e, forse è un segno del destino, è arrivata subito una bella soddisfazione con il quarto posto nei campionati italiani a squadre di Sulmona. Un risultato di prestigio di cui ringraziamo anche gli atleti Lorenzo, Juri, Alessandro e che speriamo possa essere migliorato anche grazie a questo nuovo impianto di allenamento. Tra qualche giorno, inoltre, presenteremo le nostre attività anche agli alunni delle scuole di Incisa con apposite visite e dimostrazioni”.

Soddisfazione per l’inaugurazione anche da parte dell’Amministrazione comunale che con il nuovo centro sportivo ha voluto creare una struttura sia per la valorizzazione dello sport per tutti che per l’aggregazione e la socializzazione dei giovani.

Alla inaugurazione era presente anche la figlia di Stefano Borgonovo, Alessandra, presidente dell’associazione a lui dedicata: “Per noi familiari questo è un momento molto emozionante, siamo davvero molto felici per questa titolazione . Mio padre amava il calcio ma era uno sportivo nel senso ampio del termine, si interessava anche a tutti gli altri sport, quindi avrebbe apprezzato questa idea di creare un luogo dove favorire l’attività fisica e la socializzazione di tutti. E anche se la Sla se l’è portato via troppo presto, questo tipo di iniziative, di cui ringrazio il Comune Unico di Incisa/Figline , tengono in vita il suo ricordo e ci aiutano a proseguire la lotta alla malattia”.