La “regina” di Londa

di Claudio Molinelli  – Con quattro giorni di festa fino a domenica 8 settembre Londa celebra il suo prodotto più...

di Claudio Molinelli  – Con quattro giorni di festa fino a domenica 8 settembre Londa celebra il suo prodotto più tipico e esclusivo, la pesca “regina”.

“La festa di settembre” – dice Nicola Danti, presidente della commissione cultura della Regione Toscana –“ è un’ occasione per mettere al centro il territorio di Londa , l’agricoltura  e i suoi prodotti tipici”.

Walter Nencetti, professore d’agraria dell’Università di Firenze, ci aiuta a conoscere meglio questa prezioso frutto originario di Londa: “ E’ un frutto dalla polpa tenera che non tiene a lungo ma va gustato quando è maturo, raccolto e mangiato. Fa parte di un gruppo molto antico chiamato “le burrone fiorentine”. E’ una pesca bianca aromatica e molto profumata, resistente alle malattie. E’ del tutto inadatta a essere conservata in frigorifero, mentre è perfetta per il mercato a chilometri zero”.

Aleandro Murras, sindaco di Londa, riassume origine e significati di questo appuntamento: “ Questa festa di Londa esiste dal 1966, legata alla maturazione della  “pesca regina”, l’unica che avviene a settembre. Questo prodotto d’eccellenza è il nostro vanto tanto che la festa assume ormai il nome di Festa della pesca regina di Londa. E’ un prodotto importante perché fa vivere intere famiglie del territorio ed essendo prodotto di nicchia garantisce una distribuzione mirata a prezzi competitivi. Una parte importante della festa è la Fierucola dei contadini col mercato a km 0 – sabato in località Ponticino e domenica nel parco del lago – a cura dell’associazione di agricoltori che organizza settimanalmente questo mercato con frutta e ortaggi di stagione; è un’iniziativa di successo che segna un ritorno alla cultura e alla fruizione del prodotto di stagione. Questa edizione ha avuto finanziamenti assai ridotti e quindi  sono state vitali le sponsorizzazioni locali e l’aiuto dell’associazionismo. La festa è una vetrina per i nostri prodotti tipici, tra i quali oltre a olio e vino c’è la polenta, su cui s’incentra una gara gastronomica la cui premiazione – domenica alle 19 al Parco del lago- avviene in parallelo al tradizionale concorso “Pesca d’argento” che premia la pesca migliore. Il concorso esiste dal 1983 e si avvale di una commissione esaminatrice di professori universitari”.

Serena Pini, assessore all’agricoltura del Comune di Londa, fa il punto sugli eventi in programma nel calendario della festa: “ Abbiamo cercato di abbinare alla promozione dei prodotti un’offerta culturale variegata. Dopo la commedia in vernacolo  di giovedì 5  c’è la musica dal vivo con gruppi nazionali ospiti – venerdì 6 alle 21.15 al parco del lago -. In programma poi manifestazioni sportive di canoa, coi Canottieri Comunali di Firenze, pattinaggio e tennis sabato 7 dalle 16.30 al parco del lago. Di grande interesse il “Giropesca a piedi tra uliveti e pescheti”, una camminata con visita alle aziende, sabato 7 alle 9.00 al parco del lago (info e prenotazioni: 348-7375663). E domenica 8 settembre appuntamenti per tutti gusti, col raduno cicloturistico mountain bike- alle 8 in Piazza della Repubblica – il motoraduno, alle12.00 in Piazza Umberto I -, due spettacoli di mimo – alle 17.15 alla Biblioteca del parco del lago e alle 21.45 sul lago. E ancora il tradizionale lancio della mongolfiera, non pilotata, dal centro del lago alle 18.00, la videoinstallazione dell’artista Chiara Crescioli, sulla diga dalle 21.00 e i fuochi d’artificio sulle rive del lago alle 22.30”.

Il programma completo è consultabile sul sito www.comune.londa.fi.it