Diacetum Festival: il paese che scommette sulla cultura

A cura della redazione di OrientePress –  Prende il via sabato 14 luglio la XIV edizione del Diacetum Festival, tradizionale rassegna di cinema, musica, teatro e danza che si svolge ogni anno a Diacceto.

Sette  appuntamenti di musica e spettacolo per villeggianti a residenti, il primo incontro sabato prossimo alle 21,30 nell’arena estiva di Diacceto con “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi, proposte dall’Orchestra da Camera Fiorentina diretta dal Maestro Giuseppe Lanzetta, la rassegna si conclude il 4 agosto con la commedia  “Napoleone non parla francese”.

Anche quest’anno il festival viene organizzato dall’Associazione Diacetum con il contributo del Comune di Pelago, della Banca CR Firenze, della BCC di Pontassieve e della casa vinicola Marchesi de’ Frescobaldi.

“Una rassegna importante – dice Nicola Danti, presidente della commissione regionale dalla cultura – con un programma ricco e di alto profilo artistico che vede coinvolti artisti di fama internazionale e talenti emergenti. Una proposta culturale che valorizza i giovani e promuove il territorio.  E’ un intero paese che si mette in gioco e scommette sulla cultura  e che, grazie alla passione e allo sforzo di tanti volontari, vede possibile la realizzazione di questa manifestazione, suggestivo contesto che fa da sfondo alle iniziative in programma, il nuovo teatro all’aperto di Diacceto, una terrazza con vista mozzafiato su tutta la Val di Sieve”.

“L’ esperienza del Diacetum Festival – afferma il sindaco di Pelago, Renzo Zucchini –  è la dimostrazione concreta di una politica che mira a promuovere la cultura come risorsa e valore per la crescita civile e sociale dei cittadini, garantendone a tutti l’accessibilità e promuovendo le diverse forme di espressione artistica come strumento di comunicazione e di aggregazione e non di divisione”.

Michele Viviani, presidente del Diacetum Festival, si  sofferma sul nuovo teatro all’aperto di Diacceto: “Una realtà a disposizione di tutti, uno spazio multifunzionale dove coltivare la creatività e il talento con iniziative a trecentosessanta gradi”.

Per tutte le informazioni e il programma: http://www.diacetumfestival.it/