SOS nubifragio: anche le banche rispondono

di Claudio Molinelli – Dopo il nubifragio del 1 agosto scorso che ha colpito in particolar modo la parte sud...

di Claudio Molinelli – Dopo il nubifragio del 1 agosto scorso che ha colpito in particolar modo la parte sud di Firenze e le zone limitrofe, l’amministrazione comunale di Bagno a Ripoli aveva lanciato un appello, pubblicando un bando in cui chiedeva la disponibilità degli istituti di credito a sostenere con condizioni di favore famiglie ed imprese che avevano subito danni.

Nel quadro delle risposte ricevute si segnalano le iniziative di due istituti di credito, la Banca di Credito Cooperativo di Pontassieve e il Credito Cooperativo Impruneta- Banco Fiorentino.

 

La BCC Pontassieve ha deciso di sostenere le famiglie e le imprese che hanno subito danni materiali a causa del maltempo stanziando un plafond di euro 1.000.000 per finanziamenti a tassi agevolati.

I beneficiari sono i residenti nelle aree urbane di Firenze sud, nei comuni di Fiesole, Bagno a Ripoli e Pontassieve, significativo è il fatto che possono anche non essere clienti della banca.

Sono previste condizioni diverse per privati e imprese: per i privati l’importo massimo del singolo finanziamento è di 20.000 euro, la durata massima è di 5 anni, con il tasso pari all’euribor 6 mesi + 1,90%

Per le imprese l’importo massimo è 50.000 euro, la durata 5 anni, ed il tasso pari all’euribor 6 mesi + 2.5% o 3.50%, in base alla classe di rischio.

 

Per quanto riguarda la BCC Impruneta, l’istituto ha stanziato due linee di credito specifiche (per imprese e privati): una per il territorio ripolese e una per quello imprunetino e di Firenze.

Si tratta di due linee di credito a tassi  molto vantaggiosi (tutti i dettagli e i fogli informativi saranno disponibili a brevissimo nelle filiali e sul sito internet www.bcci.it), destinate a privati e imprese che nella tempesta di sabato 1 agosto hanno subito danni di grave entità.

Un milione di euro è infatti destinato al territorio del comune di Bagno a Ripoli che nell’area di competenza dell’istituto di credito è senz’altro quello più colpito. Però non ci si è limitati al solo territorio ripolese: un milione di euro infatti è stato destinato anche a imprese e privati del comune di Impruneta e di Firenze, con particolare riferimento a chi vive e opera a Tavarnuzze, Pozzolatico, San Gersolè, Cascine del Riccio, Galluzzo, Cinque Vie.

Maggiori dettagli sono disponibili presso le filiali della Bcc e sul sito web www.bcci.it.