Un festival di musica e sapori al ritmo di jazz in collina

a cura della redazione orientepress - “Settima Luna Festival” è la prima edizione di un festival musicale che si svolgerà a Luglio 2014 a Donnini, splendido paesino alle pendici di Vallombrosa nel comune di Reggello (FI).

Nato con l’idea di coniugare suoni e sapori vedrà unirsi in un connubio culturale la migliore tradizione musicale, espressa da alcuni dei più importanti artisti della scena nazionale, e la cultura culinaria, che trova forma nei prodotti più tipici e sinceri della zona. Un’armonia tra cultura e paesaggio all’ombra delle viti e degli ulivi che costeggiano le case contadine e le strade sterrate che rendono unica questa regione. Il festival, organizzato dall’Associazione Culturale La Mezzana, nasce dall’incontro di cinque diverse professionalità accomunate dalla passione per la cultura e per il proprio territorio, cinque “vicini di casa” con l’idea di proporre eventi di qualità in luoghi di rara bellezza come quelli della campagna del Valdarno fiorentino.
Non solo musica, infatti prima e dopo tutti i concerti si potranno degustare piatti semplici e locali, sarà previsto anche un cocktails corner per aperitivi e bevande mentre perla serata del 20 una merenda sull’erba (compresa nel biglietto d’ingresso) farà da preludio agli ultimi tre suggestivi concerti.

Per questa prima edizione saranno protagonisti nomi di grande rilievo nel panorama jazz italiano e internazionale che si esibiranno su due palchi naturali davvero unici e suggestivi: la Pieve a Pitiana e i prati de La Mezzana, dove una merenda sull’erba farà da preludio all’ultimo suggestivo concerto.

Il concerto inaugurale si terrà il 18 luglio ore 21.00 nella splendida cornice del sagrato della Pieve a Pitiana e vedrà sul palco il “Jacopo Martini Quartet”.
Jacopo Martini (chitarra), Nico Gori (clarinetto), Tommaso Papini (chitarra) e Matteo Anelli (contrabbasso) ripercorreranno l’ultimo periodo del grande chitarrista Manouche Django Reinhardt attraverso composizioni originali e temi più o meno noti.
Un omaggio alla musica di Reinhardt la cui chitarra segnò l’unione tra l’antica tradizione musicale zingara del ceppo dei Manouches e il jazz americano, dando vita ad un genere capace di coniugare la sonorità e la creatività espressiva dello swing degli anni trenta con il filone musicale del  valse musette francese ed il virtuosismo eclettico tzigano.
Jacopo Martini, che si innamorò della  musica Manouche durante un viaggio in Francia al Festival Django Reinhardt di Samois Sur Seine, ne è oggi uno dei più originali e preparati interpreti italiani ed è stato il primo musicista italiano ad essere invitato al campus estivo “Django in June” come didatta e performer presso la Smith University di Boston.
Nico Gori è invece membro stabile del nuovo quintetto di Stefano Bollani con cui si esibisce in importanti festival e teatri nel mondo (Umbria Jazz in Melbourne, Dinan jazz Festival…) ed è stato clarinetto solista e primo alto sax della Vienna Art Orchestra. Ingresso 10 € (gratuito con per i possessori della tessera associativa Ass. Cult. La Mezzana).

La seconda sera, 19 luglio ore 21.00 sempre nel sagrato della Pieve a Pitiana, sarà la volta di “Musica Nuda”, un duo che non ha assolutamente bisogno di presentazioni. Petra Magoni (voce) e
Ferruccio Spinetti (contrabbasso) si esibiranno nel loro repertorio un po’ jazz e un po’ canzone d’autore, un po’ soul e un po’ punk. Il suono originalissimo di Petra e Ferruccio (ex contrabbassista degli Avion Travel) si insinua in ogni composizione e le restituisce vita nuova in un’originale contaminazioni di generi,  quasi una moderna versione del canto rinascimentale con accompagnamento di basso continuo. Un progetto coraggioso e indipendente che dimostra la sorprendente eccletticità dei due interpreti vincitori, tra gli altri,  del Premio Tenco nella categoria “interpreti” e del MEI come “miglior tour italiano”. Due personalità artistiche così diverse ma perfettamente complementari capaci di sapersi confrontare musicalmente con quella complicità e quell’umorismo tipici dei grandi interpreti di tutti i tempi. Il concerto si terrà sul sagrato della Pieve a Pitiana. Ingresso: 20 €, (10 € per i possessori della tessera associativa Ass. Cult. La Mezzana).

Infine, l’ultima sera del 20 luglio sarà un evento davvero speciale. Il tutto inizierà alle ore 19.00 con una merenda sull’erba allestita nei prati de La Mezzana, mentre alle ore 21.00 cominceranno i suggestivi concerti che vedranno come protagonisti il grande pianista jazz Enrico Pieranunzi e il duo Marco Poggiolesi-Ferdinando Romano con il loro progetto “Tandem”. Pieranunzi è sicuramente tra i protagonisti più noti e apprezzati della scena jazzistica internazionale. Pianista, compositore, arrangiatore, ha all’attivo più di 70 incisioni spaziando dal piano solo al trio, dal duo al quintetto. Ha collaborato con musicisti del calibro di Chet Baker, Lee Konitz, Paul Motian, Charlie Haden e Chris Potter, tre volte miglior musicista italiano secondo la “Top Jazz” della rivista “Musica Jazz” e miglior musicista europeo nel 1997 (Django d’Or). Ha portato la sua musica sui palcoscenici di tutto il mondo esibendosi nei più importanti festival internazionali e molte delle sue composizioni sono diventate veri e propri standard suonati e incisi da musicisti di tutto il mondo (“Night bird”, “Don’t forget the poet”, “Fellini’s waltz”). Ha registrato con Marc Johnson e Paul Motian il “Live at the Village Vanguard”, primo cd mai realizzato da un musicista italiano nello storico club a forma di diamante della 7th Avenue South dove  gli è stato assegnato nel 2014 il prestigioso Echo Jazz Award (equivalente tedesco dello statunitense Grammy) come Best International Piano Player. Il concerto del 20 luglio sarà anche l’occasione per riscoprire, a quasi quarant’anni dalla sua uscita, “The day after the silence” il suo primo e sempre attualissimo album.

Il progetto “Tandem”, Marco Poggiolesi alla chitarra e Ferdinando Romano al contrabbasso, nasce invece nel 2010 con l’idea di proporre composizioni originali ed accurati arrangiamenti di brani del repertorio cantautorale internazionale. Il loro primo disco “Tandem” è stato pubblicato da Philology Records nella sezione Revelation Series ed ha ottenuto un buon successo di critica e di pubblico. Due brani del disco sono stati infatti inseriti nella raccolta “Italian Jazz Vol. 1: le 50 migliori tracce” oltre ad essere stato recensito positivamente da varie riviste. Si sono esibiti in vari prestigiosi Club e Festival in Italia e all’estero. Nel loro secondo disco “Tandem, A ruota libera”, (Dodicilune edizioni discografiche), accanto all’impalcatura fondamentalmente acustica hanno intensificato l’utilizzo di Loop e Live Elettronics e raffinato la ricerca e la scelta del repertorio.  Infine i tamburi a cornice e la fisarmonica, del duo Pasquale Rimolo-Rocco Zecca che presenteranno in anteprima il loro primo lavoro discografico ‘Case di Calce’. Ingresso ai tre concerti e cestino merenda incluso nel biglietto: 20 €, (10 € per i possessori della tessera associativa Ass. Cult. La Mezzana).

Programma del festival:

-          18 luglio h. 21:00

Pieve a Pitiana –  (Località Pieve a Pitiana, via Marconi 52 – 50066 Reggello, Firenze)

JACOPO MARTINI QUARTET

Ingresso: 10 € (gratuito con per i possessori della tessera associativa Ass. Cult. La Mezzana).

 

-          19 luglio h. 21:00

Pieve a Pitiana – (Località Pieve a Pitiana, via Marconi 52 – 50066 Reggello, Firenze)

PETRA MAGONI E FERRUCCIO SPINETTI

Ingresso: 20 €  (10 € per i possessori della tessera associativa Ass. Cult. La Mezzana).

 

-          20 luglio h. 19:00 Merenda, inizio concerti h. 21:00

La Mezzana – (Località Pitiana alla Mezzana, 23 – 50066 Reggello, Firenze)

ENRICO PIERANUNZI / MARCO POGGIOLESI E FERDINANDO ROMANO /PASQUALE RIMOLO E ROCCO ZECCA

Ingresso ai concerti e cestino merenda: 20 € (10 € per i possessori della tessera associativa Ass. Cult. La Mezzana).

Info e biglietti:

 

www.settimalunafestival.cominfo@settimalunafestival.com – infoline: 347 3322638

Boxoffice: www.boxofficetoscana.it – Tel: 055-210804 Boxol: www.boxol.it/Toscana/IT/

Ufficio Stampa: Sara Buselli press@settimalunafestival.com