A Rufina le “Emozioni di Natale” durano fino al 28 gennaio

Veduta della torre di Rufina dal ponte per Montebonello

di Fabrizio Del Bimbo -
Rufina, paese d’origine alto-medievale e adagiato su di un colle è caratterizzato da un’economia vivace basata sul felice connubio tra agricoltura e industria, tra vecchio e  nuovo.

La comunità dei rufinesi, la cui età media è piuttosto elevata, vive principalmente nel capoluogo, suggestivo borgo che mostra una

veste sempre più urbanizzata; una piccola parte della popolazione risulta però frammentata in un buon numero di centri minori,  come Contea, Falgano, Casini, Castel Nuovo, Castiglioni, Cigliano, Masseto, Pienzano, Pomino, Scopeti e Turicchi.
Una lunga collana di eventi si svolgono da queste parti nel periodo più bello dell’anno, quello natalizio. Eventi che fanno parte della rassegna “Emozioni di Natale 2011″,  organizzata dal Comune e dall’Associazione Commercianti, con il sostegno anche di alcuni sponsor privati.
Lunga e variegata la gamma di proposte che si spalmano sul calendario ben oltre la festa dell’Epifania e che aspettano turisti e residenti fra queste colline alla scoperta di storia, cultura e tradizioni.
In una rutilante scia di luci e lustrini, anche il mese di gennaio sarà ricco di appuntamenti da non perdere che andremo adesso ad illustrarvi in dettaglio.
Venerdì 6 gennaio alle 10,30 al Piccolo Teatro di Rufina c’è “E’ arrivata la Befana” ed alle 16,30 a Villa Poggio Reale ci sarà anche il Presepe vivente.
Tutti i sabato del mese (7, 14, 21 e 28 gennaio) alle 16,30 alla Biblioteca Comunale dopo il successo di dicembre torna “Facciamo festa con le fiabe” a cura dell’associazione culturale “La Leggera” e del Gruppo del Teatro di Rufina.

“Nonostante le difficoltà e il momento che vive il paese – ha affermato l’Assessore alle Attività Produttive Vito Maida – anche quest’anno siamo riusciti a realizzare un programma ricco di iniziative e tutto ciò è stato possibile grazie alla rete di collaborazione con i commercianti rufinesi che ringrazio insieme alla Misericordia di Rufina per l’attiva partecipazione”.