Voglia di scuola: in aumento le iscrizioni alle superiori!

di Claudio Molinelli - Presentati i dati delle iscrizioni alle prime classi delle scuole superiori della Provincia di Firenze per il...

di Claudio Molinelli - Presentati i dati delle iscrizioni alle prime classi delle scuole superiori della Provincia di Firenze per il prossimo anno scolastico 2014-15; aggiornati al 31 marzo, sono stati elaborati dall’Osservatorio scolastico provinciale.

Il dato principale, di segno positivo, è che il numero delle matricole per il prossimo anno si è attestato sulle 8619 unità rispetto alle 8119 dello scorso anno, facendo registrare un incremento di 500 iscritti. 4564 le nuove iscrizioni – il 52,2%- si riferiscono ai licei, scientifici, classici, artistici, musicali, scienze umane e linguistiche, mentre le restanti 4055 riguardano gli indirizzi tecnici - 2243, il 26%- e professionali – 1872, il 21,7%-.

Non muta la distribuzione degli iscritti per aree scolastiche, ci sono piuttosto variazioni all’interno dei singoli settori: in calo i licei scientifici ordinari (da 1172 a 1135) e gli istituti tecnici economici (da 687 a 548); in aumento i tecnici tecnologici (da 1175 a 1381) e i licei scientifici di scienze applicate ( da 542 a 601).

Ecco altri dettagli dalla voce dell’Assessore Giovanni Di Fede: “Prima di tutto segnaliamo con orgoglio la partenza nel prossimo anno del Liceo sportivo, una nuova realtà per la nostra provincia, sono circa 80 in tutta Italia. Avrà sede presso l’Istituto Gobetti-Volta di Bagno a Ripoli, che registra infatti un forte incremento nelle iscrizioni, con 45 unità preiscritte al nuovo liceo, che affronteranno una successiva selezione. Oltre a un ampio ventaglio di discipline sportive per la pratica agonistica, dall’atletica, ai principali sport di squadra, fino alla scherma, il liceo cura anche la formazione di competenze quali arbitraggio, allenamento, organizzazione, parasanità, per coprire molteplici ruoli nel mondo dello sport. Anche il liceo musicale, ospitato presso il Dante di Firenze, è una realtà in espansione che prevede prove di selezione e abbina la pratica degli strumenti a una formazione larga che prepara figure che spaziano dalla direzione d’orchestra all’organizzazione. Qui abbiamo una delicata situazione con 22 iscritti idonei che sono stati esclusi per l’impossibilità attuale di formare una terza sezione nella scuola e che verosimilmente dovranno optare per una seconda scelta. E’ molto importante anche l’apertura del nuovo indirizzo di agraria all’interno dell’Istituto Vasari di Figline Valdarno, con 41 iscritti; si tratta di un indirizzo strategico per il nostro territorio sul quale investire con forza, e infatti è prevista un’altra prossima apertura presso l’istituto Enriques a Castelfiorentino.

Registriamo la tenuta degli istituti alberghieri, come il Buontalenti e il Saffi e la crescita dei linguistici, come il Marco Polo che due anni fa era invece a rischio di chiusura. Significativa  la crescita dell’ITI Leonardo da Vinci con 72 nuovi iscritti, e dell’Istituto d’Arte della ceramica di Sesto Fiorentino, che beneficia dell’uscita dalla crisi della Richard Ginori di Doccia, cui storicamente fornisce i decoratori. Da registrare anche l’incremento dell’Istituto professionale Elsa Morante- Conti-Nicolodi, che ha una particolare attenzione ai disabili, e quello generale di tutti i licei classici, in controtendenza col dato nazionale. Sono in flessione il Sassetti- Peruzzi, scuola a forte concentrazione straniera, in particolare cinese, e il Balducci di Pontassieve, che viene però da anni d’incremento”.