Pallavolo: il Valdarno Volley espugna Cagliari

di Stefano Nonvel - Il Valdarno Volley riscatta immediatamente il ko dell’esordio contro la forte Gecom Security e si impone in rimonta per 3-1 in casa della Pallavolo Alfieri Cagliari.

Coach Lapi ritrova Martina Allighieri – squalificata per la prima di campionato – ma non può contare su Mori a causa di un infortunio. Le nero-celesti accusano la fatica della lunga trasferta ed il match comincia per loro in salita: Cagliari è molto determinato ed è consapevole dell’importanza di questa sfida in chiave salvezza. Le ragazze allenate da Langiu si aggiudicano col punteggio di 25-22 un primo combattuto set.

Le valdarnesi sembrano accusare il colpo e restano in balìa delle avversarie per buona parte della seconda frazione: Cagliari è padrona del campo e sul 20-14 la sensazione è che presto il punteggio dei set possa essere di 2-0. Invece le fiorentine si scuotono e prendono coraggio, iniziando a recuperare pian piano il divario: guidate dalla coppia di centrali Ambrosi-Felladi, vere punte di diamante di questa squadra, le nero-celesti mettono in costante difficoltà Cagliari che inizia a vacillare ed alla fine si deve arrendere (col punteggio di 27-25) alla grande reazione delle valdarnesi.

A questo punto la musica cambia radicalmente: il Valdarno Volley continua a macinare gioco – buona pure la prestazione della palleggiatrice Ricchiuti -, la fa da padrona e si aggiudica anche il terzo parziale col punteggio di 25-20.

Nel quarto set le padrone di casa – sfumata l’occasione di portare a casa l’intera posta in palio – tentano una reazione per cercare di trascinare il match al tie-break: ma le fiorentine non si fanno sorprendere e, nonostante Cagliari avanti 16-14 al secondo time out tecnico, riescono a portare a casa anche la quarta frazione per 25-23, conquistando così l’intera posta in palio dopo oltre due ore di partita.

A fine gara un soddisfatto Marco Lapi dichiara: “Al di là del gioco era importante vincere e lo abbiamo fatto: questi sono punti pesantissimi conquistati contro una diretta avversaria per la salvezza e dobbiamo essere contenti di quanto fatto. Anche perchè solo la lunghezza della trasferta porta con sè innumerevoli insidie: un risultato negativo, dopo la sconfitta subìta contro Perugia, avrebbe demoralizzato la squadra, ed invece adesso ripartiamo con ancora più convinzione nei nostri mezzi”.

Domenica prossima al Pala San Biagio arriva il Lucky Wind Trevi uscito sconfitto in rimonta (la formazione di Trevi conduceva per 2-0) al tie-break nel derby contro l’Edilrossi Bastia. Allighieri e compagne sono chiamate a dare un seguito positivo a questa prima vittoria in campionato.

 

Pallavolo Alfieri Cagliari – Valdarno Volley 1-3 (25-22, 25-27, 20-25, 23-25)

Pallavolo Alfieri Cagliari: Orro 7, Gargiulo 12, Mereu (L), Demuro n.e., Sanna (L), Cappai, Dimitrova 10, Soppelsa 2, Boi, Floris n.e., Calì 1, Allegretti 10, Angeli 19. All. Langiu.

Valdarno Volley: Rondini 8, Ambrosi 12, Botti (L), Allighieri 17, Mori n.e., Ricchiuti 5, De Petro (L), Casprini 9, Matteini 3, Torniai n.e., Felladi 18. All. Lapi, 2° All. Romagnoli..

1° Arbitro Sultani; 2° Arbitro Colosseo.

 

Risultati 2^ giornata Campionato Nazionale Serie B1 Girone C

VOLLEY LORETO ANCONA – VOLLEY PESARO 0-3

LUCKY WIND TREVI PERUGIA – EDILROSSI BASTIA PERUGIA 2-3

TODY VOLLEY PERUGIA – AZZURRA CASETTE D’ETE ASCOLI 0-3

GECOM SECURITY PERUGIA – LARDINI FILOTTRANO ANCONA 3-2

PALLAVOLO ALFIERI CAGLIARI – VALDARNO VOLLEY FIGLINE V.NO1-3

LMD GROUP PAGLIARE ASCOLI – SARTEL OLBIA 1-3

CS SAN MICHELE FIRENZE – FORTIDUDO CITTA’ DI RIETI 3-2

 

Classifica Campionato Nazionale Serie B1 Girone C

AZZURRA CASETTE D’ETE ASCOLI 6

SARTEL OLBIA 6

GECOM SECURITY PERUGIA 5

VOLLEY PESARO 5

EDILROSSI BASTIA PERUGIA 4

LARDINI FILOTTRANO ANCONA 4

FORTIDUDO CITTA’ DI RIETI 3

VALDARNO VOLLEY FIGLINE V.NO 3

CS SAN MICHELE FIRENZE 2

LMD GROUP PAGLIARE ASCOLI 1

LUCKY WIND TREVI PERUGIA 1

TODY VOLLEY PERUGIA 1

VOLLEY LORETO ANCONA 1

PALLAVOLO ALFIERI CAGLIARI 0

Nella foto le giocatrici del Valdarno Volley (foto di Rocco Caprella)