Non dismettete lo “scambio” di Dicomano!

a cura della redazione di OrientePress –  Il Consiglio Comunale di Londa richiede in un ordine del giorno approvato all’unanimità...

a cura della redazione di OrientePress –  Il Consiglio Comunale di Londa richiede in un ordine del giorno approvato all’unanimità di non dismettere lo “scambio” di Dicomano e potenziare i servizi ferroviari sulla linea Borgo San Lorenzo-Pontassieve.

RFI, Rete Ferroviaria Italiana, per ridurre i costi di manutenzione sta procedendo all’eliminazione degli scambi nelle linee ferroviarie toscane. Del piano di RFI fa parte anche la linea Borgo San Lorenzo-Pontassieve-Firenze, all’interno della quale c’è l’intenzione di eliminare lo scambio di Dicomano. Per questo motivo la giunta di Londa ha presentato in consiglio un ordine del giorno in cui si chiede di non procedere all’eliminazione e anzi si propone un potenziamento della linea, utilizzata ogni giorno da migliaia di persone nel territorio della Valdisieve e anche dai cittadini di Londa per lavoro o studio.
Nel testo dell’ordine del giorno si sottolinea l’importanza del trasporto ferroviario per lo sviluppo del territorio, soprattutto in questo periodo di forte crisi economica. E si esprime preoccupazione per la riorganizzazione in corso sulla linea che, anche se non prevede diminuzione di treni, potrebbe ripercuotersi sulla qualità del servizio.
Per questo motivo il Comune di Londa chiede ad RFI e alla Regione Toscana: “di non procedere alla dismissione dello scambio di Dicomano, né di altro scambio presente nelle stazioni della linea ferroviaria Pontassieve-Borgo San Lorenzo; la tratta Contea-Vicchio è infatti una tratta troppo lunga per essere lasciata senza la possibilità di scambi d’emergenza, ossia anche nelle altre stazioni in cui si possono fare incroci”.
Il consiglio londese chiede invece di potenziare il servizio, visto il grande bacino di utenza, con provvedimenti come l’elettrificazione dell’anello ferroviario Pontassieve-Borgo San Lorenzo-Firenze, incrementare il numero degli scambi, eliminare alcuni passaggi a livello, aumentare il numero di corse dei treni (ad esempio dopo le 21.00), implementare i servizi legati alla sicurezza e quelli all’interno delle varie stazioni.
“L’ordine del giorno sarà in breve tempo approvato da tutti i consigli dei comuni interessati della Valdisieve – spiega Aleandro Murras, Sindaco di Londa e Assessore ai Trasporti dell’Unione di Comuni – ed è già stato approvato dalla giunta dell’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve che lo proporrà al prossimo consiglio. Faremo di tutto – aggiunge Murras – per impedire che venga tolto lo scambio a Dicomano e in nessun’altra stazione della linea perchè provocherebbe sicuramente ulteriori disagi ad utenti e pendolari. Abbiamo già chiesto un incontro urgente con l’Assessore Regionale e il Responsabile della Direzione Territoriale Produzione Firenze di RFI ”.