Bagno a Ripoli s’illumina… di sole

di Jacopo Zucchini – È entrato in vigore l’accordo sottoscritto da Comune di Bagno a Ripoli ed Enel Sole, relativo alla gestione e alla riqualificazione energetica della rete di illuminazione di proprietà comunale. L’accordo include un ampio piano di ammodernamento tecnologico dei punti luce per un maggiore risparmio energetico, il contenimento dei costi, il miglioramento del servizio e la sostenibilità ambientale, con lavori di riqualifica che includono la sostituzione di 642 sorgenti luminose Led. L’obiettivo è garantire le migliori performance illuminotecniche in ogni contesto nonostante il taglio significativo dei consumi energetici.

Quella di Enel Sole è l’illuminazione stradale più avanzata e sostenibile, quella che arriva in molte città d’Italia, grandi e piccole. Sono già 4.000 i  comuni italiani ,quasi la metà del totale, che sonoclienti di Enel Sole: dalle grandi città come Bologna ai piccoli centri, per un totale di circa 2 milioni di punti luce, pari al 21% del mercato italiano. Fra gli accordi più recenti degno di nota è quello siglato a Rimini
A Rimini, la gestione per 9 anni di 28.677 centri luminosi consentirà un risparmio di circa 57 milioni di kWh (pari al 40% dei consumi attuali). Inoltre, il progetto prevede la sostituzione di 709 lanterne semaforiche, una nuova illuminazione della scenografica Piazza dei Martiri e l’illuminazione artistica della Fontana dei 4 Cavalli e del Ponte di Tiberio.

Alla base di questi successi ci sono Archilede, il sistema di illuminazione stradale a Led di Enel Sole, e la sua evoluzione Archilede High Performance, dalle prestazioni ulteriormente migliorate in termini di durata, risparmio energetico e qualità della luce. Così le strade e le piazze italiane, oltre al valore estetico che le rende famose in tutto il mondo, portano anche un contributo non trascurabile alla sostenibilità ambientale.

Il Led è la tecnologia che garantisce la migliore resa luminosa e un risparmio medio del 680% rispetto ai sistemi tradizionali. Oltre ai Led e alle altre nuove sorgenti, entro i primi 12 mesi Enel Sole realizzerà anche una serie di opere con l’obiettivo di migliorare sia l’efficienza energetica sia le performance illuminotecniche della rete, garantendo anche un taglio significativo dei consumi energetici: saranno sostituiti gli alimentatori di oltre 3000 punti luce e messi in opera 97 nuovi orologi astronomici per ottenere lo spegnimento uniforme degli stessi punti luce.
L’alta resa degli impianti cosi ottenuta porterà ad una diminuzione dei consumi e ad un risparmio di energia di circa il 40% rispetto all’ ora. I lavori interessano diverse zone del territorio ripolese e si svolgono in modo da contenere i tempi di esecuzione e ridurre al minimo i disagi per la cittadinanza.
Il restyling dell’illuminazione garantirà maggiore sicurezza del territorio, ma anche l’ambiente trarrà benefici: i nuovi apparecchi rispondono ai requisiti indicati dalla normativa in vigore sull’inquinamento luminoso e saranno ridotte ai minimi livelli le dispersioni di luce verso l’alto che impediscono la visione della volta celeste durante la notte. Inoltre, la riduzione dei consumi energetici eviterà l’immissione in atmosfera di circa 700 tonnellate di CO2 ogni anno.