Le “pellicole” di Gianni Dorigo in mostra a Pontassieve

di Claudio Molinelli – Riprende dopo la pausa estiva la programmazione delle mostre di pittura alla Sala delle Colonne nel Palazzo Comunale di Pontassieve. Fino al 28 Ottobre espone Gianni Dorigo, artista tra i più quotati della scena contemporanea, con la mostra “Il cielo è rosso”, Immagini di cinema in Toscana.

L’artista ferrarese, fiorentino d’adozione di lunga data, scrive un nuovo capitolo all’interno del suo ormai decennale percorso ispirato al cinema, e stavolta prende le mosse dai film girati in Toscana, di cui opera un’attenta selezione che rivela la sua profonda conoscenza in materia. Nelle sue opere rivivono così  pellicole antiche come La cena delle beffe, Le ragazze di San Frediano, Il cielo è rosso del 1950 che dà il titolo alla mostra, accanto a film diventati dei classici come Metello e Amici miei,  produzioni più recenti ma già famose, da La vita è bella a Ovosodo.

Gianni Dorigo opera con un processo di stratificazioni. Parte sempre dall’uso di un’immagine cartacea, spesso una fotocopia; poi vi sovrappone la pittura, il colore. Quindi procede attraverso contaminazioni di altri materiali, tessuto, vernici, carte colorate e altro. Roberta Fiorini, curatrice della mostra, parla dello studio di Dorigo come di un mondo magico, l’antro di un alchimista. Premeditazione e istintualità convivono e rendono riconoscibile questo artista che riesce a far dialogare linguaggi opposti come la figurazione e l’informale. Il lavoro di Dorigo sul cinema consiste nella creazione di una macchina della memoria, dove i film restituiscono, a partire da singole immagini, l’emozione provata nel vedere il film.

Come sottolinea Alessandro Sarti, Assessore alle attività culturali di Pontassieve, questa mostra restituisce il fascino del cinema, pare quasi di sentire nella sala il rumore della macchina da presa.

All’inaugurazione l’artista ricostruisce le tappe salienti della sua carriera e si sofferma sulle ragioni del suo approccio al mondo del cinema: “Nasco come informale, con le prime esperienze legate alle parole scritte sui muri. Poi ho lavorato sul tema del mito e quindi sulle carte geografiche. La passione di mio figlio piccolo per Godzilla mi ha spinto a dipingere su questo mostro che sputa fuoco rosso. A quel punto, intaccato il mio passato di amante del cinema, ho continuato su questa strada, anche perché ritengo che il cinema sia lo specchio fedele della società. Ho lavorato quindi sul cinema americano, su quello dell’Urss e più di recente sull’immagine della donna nel cinema orientale. La mia base di partenza è sempre figurativa, prendo spunto da fotogrammi o manifesti originali. Considero questa mia pittura come un rimontaggio dei film attraverso il filtro della memoria”.

Gianni Dorigo “Il cielo è rosso. Immagini di cinema in Toscana”.

Comune di Pontassieve (FI) – Sala delle Colonne – Via Tanzini, 30

Orario: martedì/ giovedì/ domenica 16.00 -19.00;

mercoledì/ venerdì/ sabato 9.30-12.30; lunedì chiuso.

Info: Dipartimento Cultura – Comune di Pontassieve

tel: 055 8360343/344 cultura@comune.pontassieve.fi.it – www.comune.pontassieve.fi.it