L’Unione Di Comuni Valdarno e Valdisieve si aggiudica il premio Toscana ecoefficiente

-A cura di redazione MET- Ancora un riconoscimento per l’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve ed i suoi impianti di teleriscaldamento. Ieri, nell’ambito di Terra Futura, l’Unione ha ricevuto il prestigioso premio Toscana Ecoefficiente per il progetto “l’Unione fa la forza….dell’energia del bosco” .

A ricevere il premio, consegnato dall’Assessore regionale all’Ambiente Annarita Bramerini , per l’Unione sono stati il Presidente Alessandro Manni e il responsabile dei progetti, Toni Ventre .

La motivazione del riconoscimento è legata, oltre che al grande impegno che questo ente sta mettendo nella valorizzazione delle energie rinnovabili ed in particolare delle biomasse forestali , soprattutto ai criteri applicati nella realizzazione di questi interventi incardinati sulla partecipazione attiva delle comunità e al rigido rispetto della filiera corta e locale di approvvigionamento del combustibile.
Il lavoro dell’Unione ha portato alla realizzazione degli impianti di teleriscaldamento a cippato di legno vergine di Castagno d’Andrea, Rincine, Pomino e Vallombrosa, che utilizzano per la loro alimentazione materiale legnoso di scarto reperibile direttamente nel territorio, con notevole diminuzione dell’anidride carbonica emessa, risparmio di combustibili fossili e benefici nella manutenzione del territorio.

Oltre a questo l’Unione di Comuni Valdarno Valdisieve ha portato un notevole risparmio, sia all’ente che ai cittadini. Se si pensa infatti, che l’impianto di teleriscaldamento di Rincine, che è a servizio del centro demaniale situato nella frazione di Londa, dopo 8 anni di utilizzo ha portato ad un risparmio di oltre il 75% sui costi di combustibile rispetto al gasolio mentre oggi le famiglie di Pomino e Castagno possono risparmiare fino al 40% sulla bolletta energetica termica.

Un lavoro in corso da molti anni ormai insignito di numerosi premi e che proseguirà per fornire al territorio e ai cittadini la maggiore autonomia energetica possibile con una risorsa facilmente reperibile sul territorio e che contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2.