Allerta neve: i Comuni del Valdarno e Valdisieve ricordano le regole di comportamento

a cura della redazione di OrientePress – L’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve si sta organizzando per fronteggiare eventuali criticità dovute al maltempo previsto nei prossimi giorni: ha realizzato al riguardo un vademecum con i comportamenti da seguire in caso di neve dal titolo: “Norme generali di comportamento per i cittadini in caso di evento nevoso” scaricabile all’indirizzo www.cm-montagnafiorentina.fi.it.

Innanzitutto ricordiamo che nelle strade statali e provinciali vige l’obbligo dal 15 ottobre al 15 aprile 2012 di viaggiare con catene a bordo o pneumatici termici, anche nei 7 comuni dell’Unione è stata emessa una ordinanza simile, si consiglia di utilizzare questa precauzione per non farsi trovare impreparati.

Il documento redatto dall’Ufficio Associato di Protezione Civile dell’Unione Comuni spiega che anche la cittadinanza può contribuire con una maggiore attenzione e semplici gesti a ridurre i disagi legati al maltempo. In particolare i Comuni hanno l’obbligo di liberare le strade (con spalaneve o con altri mezzi) per renderle percorribili, ma spetta anche ai cittadini che hanno un edificio fronteggiante la pubblica via provvedere a rimuovere la neve dai marciapiedi, spargere sale sulle aree sgomberate, aprire varchi in corrispondenza di attraversamenti pedonali ed incroci stradali sul fronte dello stabile, rimuovere macchine parcheggiate a filo strada per permettere la pulizia delle carreggiate.

Si consiglia, inoltre, di limitare gli spostamenti con i veicoli se non strettamente necessario e di tenersi costantemente aggiornati sulle previsioni meteo.

Di fondamentale importanza è anche la protezione della rete idrica con tessuti o altro per evitare possibili ghiacciate .

Per non farsi cogliere impreparati il consiglio è quello di controllare costantemente le informazioni dal sito dell’Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve e dei singoli Comuni di Londa, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina e San Godenzo.