Autoincomune: a Bagno a Ripoli spostamenti più facili

Veduta delle colline di Bagno a Ripoli

di Nicoletta Curradi – Il Consiglio Comunale di Bagno a Ripoli ha recentemente approvato all’unanimità la mozione “Autoincomune, proposta per agevolare spostamenti automobilistici condivisi e promuovere la mobilità sostenibile nel nostro Comune riducendo CO2 e l’emissione di polveri inquinanti da traffico automobilistico individuale”, presentata dal Gruppo Per una Cittadinanza Attiva Bagno a Ripoli e integrata ed arricchita dai contributi di tutte le altre forze politiche.

Nella mozione si ricordano le positive esperienze nazionali e internazionali di car pooling (auto usata in gruppo) per ridurre il numero di veicoli privati in circolazione; si citano i dati del pendolarismo a livello regionale (oltre due milioni e mezzo di persone al giorno, con 6 milioni e mezzo di spostamenti quotidiani); si fa riferimento agli indirizzi verso uno sviluppo sostenibile del Piano Strutturale recentemente approvato e al ruolo fondamentale in tale contesto della mobilità sostenibile; si constata che il car pooling si adatta alla realtà di Bagno a Ripoli; si sostiene la proposta dell’Ancitel Toscana, che ha lanciato la piattaforma di car pooling AutoinComune.it (http://www.autoincomune.it), con un sito internet che promuove la domanda e l’offerta di passaggi in auto gratuitamente e senza intermediari.

Ognuno dei comuni della Toscana dispone di una pagina web dedicata (ad esempio www.autoincomune.it/comune località/) su cui chiunque, dando le proprie generalità, può registrare il proprio tragitto casa-lavoro-casa per cercare un passaggio o offrire il proprio mezzo di trasporto. I vantaggi sono facilmente intuibili: circolano meno auto, si viaggia in piacevole compagnia, si dimezzano i costi, si riducono gli incidenti stradali, si inquina meno.

La Giunta Municipale si è impegnata: a inserire nel sito del Comune un link dedicato al servizio AutoinComune.it, divulgando il più possibile l’iniziativa; a diffonderne la conoscenza nelle scuole anche attraverso i corsi di educazione stradale che già si svolgono; a promuovere l’iniziativa in incontri pubblici, che coinvolgano, oltre l’Anci, le associazioni del territorio, tenendo presente che la Onlus Natura e Vita di Bagno a Ripoli ha già presentato il car pooling all’ultima Fiera di Grassina e quindi rappresenta un primo punto di riferimento organizzativo; a continuare a favorire e promuovere iniziative a costo zero per il Comune coerenti con il Piano strutturale, per avvicinare società come Ataf, Linea, Ferrovie dello Stato, Autolinee, Taxi, e le associazioni di bike e car sharing, e unire gli sforzi privati di uso di Autoincomune al sistema di trasporto pubblico locale tra il nostro territorio e Firenze.