Alleanza e aiuto: la cultura degli Uygur a Firenze per il Capodanno cinese.

- di Nadia Fondelli – foto di Gianni Ugolini -   A proposito di muri e di ponti, così presenti...

- di Nadia Fondelli – foto di Gianni Ugolini -

 

A proposito di muri e di ponti, così presenti entrambi in questa campagna elettorale… una buona notizia!

Cade quest’anno in febbraio la festa più importante del calendario cinese: il 16 febbraio, solo due giorni dopo la festa occidentale dedicata agli innamorati, (in Cina esistono ben sei San Valentino!) entreremo con il Capodanno cinese nell’anno del cane: elemento di terra legato al maschile.
Il Capodanno è in Cina la Festa della Primavera (Capodanno Lunare) legata ad antiche leggende. Una festa colorata e “rumorosa” perché, secondo la mitologia, solo così si tiene lontano il mostro Nian(
) che ogni 12 mesi esce dalla sua tana per cibarsi di esseri umani, ma solo il forte rumore e il colore rosso gli impediranno di farlo.
Una festa che oggi si celebra a Milano nella zona di via Sarpi e a Prato, località dove la comunità cinese è molto presente. Ma come tutti sappiamo trattasi però di una comunità molto chiusa quindi, la vera occasione di potersi avvicinare alla storia e alla cultura millenaria del grande oriente viene offerto s da Fulin il ristorante fiorentino di cucina cinese di qualità che come in un passaggio di testimone ideale fra una festa occidentale (San Valentino) e una orientale (Capodanno cinese) aspetta gli ospiti con un percorso culinario di qualità e conoscenza arricchito da una serata d’intrattenimento con l’esibizione di una tipica danza dell’etnia Uygur che vive principalmente nella Regione autonoma Uygur nello Xinjiang.
Un popolo con una propria lingua e un proprio alfabeto che appartiene al gruppo turco del ceppo Altaico, il cui nome, Uygur, significa alleanza e aiuto. La cultura degli Uygur riflette la loro saggezza, la loro letteratura e il loro talento artistico. Amano cantare e ballare e sui vestiti di cotone amano usare molti accessori come bracciali, orecchini, collane e vivaci copricapi colorati.
Un momento d’incontro e conoscenza fra est e ovest da non perdere !

Speciale il menu studiato esclusivamente per la serata:

Cocktail di benvenuto

Raviolone capessante accompagnato da te nero affumicato, assaggi di antipasti tipici cinesi.
Riso orto cinese, spaghetti “ il bosco“, calice di vino bianco biologico Ansonica.

Branzino dorato con verdure d’Oriente

Anatra alla pechinese.
Gelato fritto con frutta

Cena e spettacolo d’intrattenimento: € 50,00 (incluso servizio, coperto, acqua, caffè, grappa)

Prenotazioni: Fulin luxury chinese experience – Firenze, via Giampaolo Orsini, 113 r

tel. +39 055 68493