Earth Day e Terre del Levante Fiorentino

- servizio a cura di Maddalena Del Campo – foto di Edoardo Abruzzese - Il 22 aprile scorso è stato...

- servizio a cura di Maddalena Del Campo – foto di Edoardo Abruzzese -

Il 22 aprile scorso è stato celebrato l’ Earth Day, la giornata mondiale della Terra istituita dall’Onu nel 2009.

La nostra testata ha scelto volutamente di non pubblicare in quella data!

Bella iniziativa, senza dubbio!! Manifestazioni, interventi di prestigio, dichiarazioni…

L’Onu ha un elenco che comprende 129 giornate, dieci settimane e alcune decadi.. ma anche il Consiglio di Europa e la Ue hanno le loro.. il procedimento è stranamente semplice, di natura esclusivamente democratica: nel caso dell’Onu basta che sia un ambasciatore degli stati membri a presentare la richiesta alla quale, una volta sul tavolo, nessuno dice di no!

Certamente l’opera di sensibilizzazione su temi significativi è encomiabile; ma come accade nel quotidiano, più numerose sono le giornate dedicate, meno raggiungono l’obiettivo!

Un esempio per tutti? L’Earth Day!!!

Ma crediamo davvero di aver bisogno di una “Giornata mondiale” dedicata, per renderci conto dello stato e della necessità di salvaguardia del nostro pianeta?

Il cambiamento climatico? Non è una novità! Stiamo imparando a conviverci: conseguenza diretta delle emissioni di CO2…, temperature medie aumentate di circa un grado rispetto ai tempi pre-industriali.

La Cop 21 di Parigi stabilisce un taglio delle emissioni del 40% in Europa entro il 2030 e del 28% negli Usa entro il 2025, ma nell’anno in cui gli operai americani impoveriti hanno scelto un miliardario come protettore, che valore pensate che abbia un grado più o meno…

Ecco come nasce dal profondo dell’animo , ammesso che esista .. , l’esigenza improrogabile che ogni giorno della vita sia dedicato alla tutela appassionata della Terra Madre!

Noi di OrientePress cerchiamo di fare la nostra parte.

Qualche esempio?

Da gennaio 2017 grazie all’applicazione della tariffa puntuale sui rifiuti, Londa ha portato la sua percentuale di raccolta differenziata a circa 88%, rispetto a 69,15% del 2016; interessante anche la crescita di Reggello, che sta attivando su tutto il territorio il servizio di raccolta rifiuti con metodologia “porta a porta”. Riteniamo che il quantitativo di rifiuti indifferenziati sia diminuito grazie alla sperimentazione ormai consolidata delle tariffe puntuali, ma anche all’introduzione della campagna ”Ricicla e Vinci” (per ulteriori informazioni: http://riciclaevinci.it/) avviata a gennaio di quest’anno che vede molti utenti recarsi con maggior frequenza ai centri di raccolta e alle stazioni ecologiche dell’Azienda, segno di buona coscienza e condotta dei cittadini. Anche le percentuali del mese di marzo sono confortanti ; è evidente un incremento diffuso su tutti i 9 Comuni controllati da AER spa: Dicomano al 76%, Figline e Incisa al 57%, Londa all’88%, Pelago al 72%, Pontassieve al 72%, Reggello al 67%, Rignano al 60%, Rufina all’89% e San Godenzo al 63%; tutti i Comuni hanno aumentato le loro percentuali di raccolta differenziata almeno dell’1,5%.