Il mondo attraverso un canale di Youtube

servizio a cura della redazione di OrientePress – foto di Edoardo Abruzzese -  Certamente i nostri lettori si meraviglieranno molto...

servizio a cura della redazione di OrientePress – foto di Edoardo Abruzzese -

 Certamente i nostri lettori si meraviglieranno molto di trovare su OrientePress, piccolo giornale di provincia sempre alle prese con i problemi dei cambiamenti climatici, dell’accoglienza ai migranti, delle ecomafie, un pezzo in cui si parla di “altro”.

 Tempo fa pubblicammo una specie di report sui locali del territorio più frequentati dai ragazzi, concludevamo dicendo “ i ragazzi vanno lì, perché non c’è altro… ma che cosa è altro?”

 Ecco, forse abbiamo trovato una risposta.

 E l’avevamo anche molto vicina: Stefano, Salvatore, Sascha e Giuseppe, quattro nomi, quattro ragazzi, altrettante normalissime storie di ordinaria routine: genitori separati, percorsi scolastici a fasi alterne, silenzi , passioni e indifferenze, accettazione di peli in un corpo che cambia, fra la nostalgia del passato e i misteri del futuro.

 Ma attenzione, altro non è quattro milioni di iscritti sui loro canali YouTube, cento milioni di visualizzazioni al mese, 30 mila copie vendute della biografia “Veri Amici”, altro è tutto ciò che c’è dietro!

Il quartetto di star del web più famoso d’Italia, che in poco tempo ha trasformato la passione per i videogames in una professione, ce lo racconta… e non è un caso che scelgano uno strumento così tradizionale, quasi obsoleto… un libro! Un libro a modo loro, ma sempre un libro!! Di quelli che si salvano dal fango dopo l’alluvione, di quelli che si raccolgono perché altri, dopo di noi, li possano trovare. E’ un libro in cui si parla di amicizia, quella non virtuale “ a nessuno di noi interessa emergere, preferiamo condividere”, si parla di tenacia, ma anche di paura, di impegno “matto e disperatissimo” , ma anche di stanchezza e di sacrificio, di grandi soddisfazioni, ma anche di cocenti delusioni, di traguardi raggiunti, ma anche di rinunce…

I “Mates” (trad. veri amici), che hanno voluto scegliere un nome che li comprendesse profondamente tutti e quattro, possono oggi a buona ragione affermare di aver raggiunto il successo sotto tutti i profili… hanno dimostrato senso di responsabilità, di avere le idee molto chiare, di essere davvero consapevoli rispetto a ciò che volevano trasmettere con questo messaggio, e non solo… un messaggio cartaceo!! Un messaggio che ti trasmette spontaneità e lealtà, valori che anche il successo non può cambiare!

A quel messaggio noi rispondiamo con un “grazie” …noi giovani che ci vediamo rappresentati, e meno giovani, a cominciare dai vostri genitori, perché ci avete permesso di capire attraverso la parola, ma anche i segni, i colori, i sorrisi, le smorfie il mondo al quale in questo momento tutta una generazione appartiene!

Per chi ancora non li conoscesse o fosse semplicemente incuriosito dai ragazzi del clan (si chiamano così i gruppi che giocano insieme on-line) sono tutti e quattro rintracciabilissimi oltre che su Youtube anche su Facebook, Instagram e Twitter anche con i nome d’arte: Vegas, Anima, SurrealPower e ST3PNY

Tag: ,